Mentre si rincorrono le voci sul capitolo di Call of Duty che dovrebbe uscire questo anno, Jason Schreier di Kotaku sembra aver raccolto alcune interessanti informazioni sullo sparatutto di Activision che vedrà la luce nel 2020.

E’ noto che tre diversi team di sviluppo si alternino nel progettare le sue varie iterazioni, nonostante ciò sembra che nel futuro più vicino ci sarà un cambiamento. Stando a una fonte anonima interpellata dal celebre editore, il prossimo episodio di Call of Duty dovrebbe arrivare nella seconda metà del 2020 e sarà Black Ops 5. A lavorarci non sono infatti Sledgehammer e Raven Software, come lecito aspettarsi, bensì lo studio di Treyarch (autori del più recente Call of Duty: Black Ops 4).

La fonte sostiene che questa modifica inaspettata dei piani sia dovuta alla volontà della casa produttrice di accorciare da tre a due anni il ciclo di sviluppo delle avventure sparatutto. Sembra che i due gruppi sopra citati fossero già al lavoro sulla campagna in singolo di Call of Duty 2020, che sarebbe ambientata durante il periodo della guerra fredda, tuttavia ora questa struttura narrativa sarà implementata in Black Ops 5. Sledgehammer e Raven Software rimarranno attivi in un ruolo secondario di controllo e supervisione del lavoro.

Call of Duty: Black Ops 5 dovrebbe uscire attorno all’autunno del 2020 come titolo cross-gen e quindi sia su PlayStation 4, Xbox One e PC che su PlayStation 5 e la prossima piattaforma di Microsoft. Vi ricordiamo che le informazioni date non vengono da fonti ufficiali, pertanto in attese di eventuali annunci vi invitiamo a prendere la notizia con la dovuta cautela.