Il tanto atteso Dragon Ball FighterZ continua a far parlare di sé. Grazie all’intervista a cura di Famitsu al producer Tomoko Hiroki e al director di Arc System Works Junya Motomura, siamo venuti a conoscenza di nuove componenti che riguardano il picchiaduro sulla famosa serie animata.

Nell’intervista si parla degli aspetti tecnici del gioco, tra cui risalta una conferma di più di dieci stage giocabili e non solo. A quanto pare gli sviluppatori ce la stanno mettendo tutta per rendere Dragon Ball FighterZ quanto più simile al manga di Akira Toriyama, aggiungendo dei dialoghi particolari tra personaggi, che siano nello stesso gruppo o che siano avversari, in modo simile al vecchio e acclamato Dragon Ball Z Budokai Tenkaichi 3 e ai più recenti J-Stars o Xenoverse. Si tratta di una meccanica però ancor più complessa, che non è stata mostrata neanche all’E3 2017; a quanto pare i personaggi parleranno tra loro anche durante i tag nel bel mezzo della partita con delle linee di dialogo accurate per i personaggi. Inoltre la telecamera sarà molto dinamica, senza però infastidire in alcun modo i giocatori.

Dragon Ball FighterZ è in arrivo su PlayStation 4, in attesa di ulteriori dettagli vi invitiamo a leggere le statistiche dei personaggi finora annunciati. Restate sintonizzati su PlayStation Bit per non perdervi nuove informazioni!