Home ConsoleNews PS4eFootball PES 2021, nuove licenze non sono da escludere

eFootball PES 2021, nuove licenze non sono da escludere

Solo un mese separa gli appassionati di calcio dal nuovo capitolo di Pro Evolution Soccer, in arrivo sia in versione fisica che digitale sotto forma di Season Update. Proprio questa particolare scelta di Konami ha spinto il brand manager europeo Lennart Bobzien a rilasciare una lunga intervista in cui ha dichiarato che la decisione è legata principalmente all’arrivo di PlayStation 5:

Abbiamo tante cose in programma per il prossimo anno, e il team ha deciso che sarebbe stato meglio sfruttare questo tempo per lavorare sulla transizione da current-gen a next-gen. Invece di vendere un prodotto al di sotto delle aspettative, abbiamo preferito puntare su un aggiornamento. PES è un franchise di alta qualità, e vogliamo pubblicare solo titoli che mantengano alto il livello. Questa scelta ci permetterà di lavorare in maniera più approfondita sul prossimo capitolo della saga.

La volontà quindi è stata quella di creare un eFootball PES 2021 a immagine e somiglianza della versione precedente e concentrarsi sul futuro, discorso distinto da quello delle licenze. Come gli appassionati sapranno infatti quest’anno il gioco non avrà i diritti di Inter e Milan, ma lo stesso Bobzien ha confermato sia la solidità della partnership con la Juventus, sia la volontà di introdurre nuove licenze ufficiali.

Vi lasciamo al trailer ufficiale di eFootball PES 2021 e vi ricordiamo che il gioco sarà disponibile su PlayStation 4 a partire dal prossimo 15 settembre.

Articoli correlati

Stefano Bongiorno
Nato e cresciuto in cattività, il giovane Stefano è stato svezzato a latte in polvere e Nintendo, cosa che lo ha portato con gli anni a dover frequentare svariati osteopati a causa delle deformazioni alle mani causati dall'uso di pad rettangolari. Oggi ha una certa età e scrive per il Bit, non perché abbia una scelta, ma perché altrimenti il boss Dario lo fustiga con le copie invendute di Digimon All-Star Rumble. Nel tempo libero si dedica occasionalmente al suo lavoro di commesso di telefonia e soprattutto alla caccia al Platino, con scarsi risultati.