Escape From Life Inc – Recensione

Sviluppatore: PowerBurger Publisher: Sometimes You Piattaforma: PS4 Genere: Puzzle Giocatori: 1 PEGI: 12 Prezzo: 9,99 €

Potreste considerarvi dei tipi solitari, magari. Qualcuno che non ha bisogno di aiuto e che affronta di petto ogni problema gli si pari davanti. Ma fidatevi, anche i più temerari hanno bisogno di un aiuto nel momento del bisogno. E questa è la premessa di Escape From Life Inc, titolo sviluppato da PowerBurger che basa tutto sul lavoro di squadra. Certo, non sarà punitivo verso il giocatore, ma la sfida sarà impegnativa abbastanza da tenere il giocatore incollato allo schermo. Mettetevi comodi, quindi, e siate pronti ad evadere insieme a Bob, Rick ed Ern, i tre bizzarri protagonisti del gioco.

La grande fuga

Il gioco si apre con Bob, un pesciolino che si gode la vita nell’oceano. Mentre si dirige a scuola verrà catturato dalla misteriosa Life Inc. Si passerà subito al controllo di Ern, un’aquila reale che fa parte di uno pseudo esercito di pennuti, che verrà catturata da un UFO. E infine vedremo Rick, un cervo licenziato in tronco da Babbo Natale che si scontrerà con Rudolph, la famosissima renna, e che verrà rapito anch’esso dagli alieni durante la discussione. Mai cosa più bizzarra è stata concepita dall’essere umano; e le follie sono appena cominciate. Risvegliatisi tutti e tre a bordo dell’astronave aliena, scopriremo che, innanzitutto, Bob ora ha dei piedi, e poi che gli animali sono stati catturati per farne esperimenti, e loro non sono gli unici tre.

Esplorando l’ambiente si conosceranno altri simpatici amici, ognuno coi propri modi di dire e di parlare, che all’inizio sembreranno restii all’evasione, ma poi si lasceranno convincere dai tre, molto più motivati di loro ad abbandonare il luogo. Ad aggiungersi al team, ci sarà anche il robot Mike, che non ha mai voluto far del male a nessuno pur essendo dipendente della Life Inc. Imbastita la folle trama del titolo, ci renderemo conto che il gioco non è così bambinesco come sembra. Violenza, allusioni sessuali e quant’altro faranno da padrone nel titolo.

A Way Out

Il titolo di questo paragrafo non è una coincidenza. Il gioco sarà totalmente basato sulla cooperazione tra i tre animali. Certo, non si avrà lo schermo diviso e la possibilità di giocare in co-op. Il titolo è basato su puzzle ambientali e piccolissime quest da portare a termine per avanzare nella trama. Gli enigmi non saranno sempre semplicissimi e molte volte vi faranno fermare a ragionare. Non ci saranno game over o simili; ogni volta che uno, o tutti e tre i personaggi moriranno, si ripartirà dall’inizio della stanza in tempo zero. Ognuno dei tre avrà le sua abilità: Rick, per esempio, potrà sfondare a testate gli oggetti, Ern volerà e Bob il pesce servirà nelle situazioni più bagnate. Ma durante il proseguimento del gioco si sbloccheranno anche altre abilità, in seguito ad eventi o alle conoscenze di altri animali. Totalmente assente la presenza di boss fight durante il gioco. L’unica sarà quella finale, anch’essa basata sulla cooperazione e non particolarmente ostica.

Ovviamente tramite la pressione dei tasti L1 o R1 potrete switchare in tempo reale tra i tre animali. Probabilmente l’unica, effettiva, pecca dei comandi sarà proprio questa. Poiché quando cambierete personaggio, magari nella fretta, vi ritroverete ad utilizzare uno anzinché un’altro. Questo perché non è chiaro secondo quale logica lo switch avviene. Se starete controllando Bob e vorrete passare ad Ern, probabilmente passerete prima a Rick, poi di nuovo Bob e infine Ern. Forse un’altra bizzarria del titolo, ma che non ci sentiamo di confermare come “fatta di proposito”. Il gioco non brilla particolarmente sotto il punto di vista estetico e non è neanche quanto impegnativo, ma ha un fascino tutto suo. Come un moderno Frankenstein videoludico, vorrete analizzarlo al meglio per capire cosa sia passato nella testa del suo sviluppatore. In alcune occasioni sorriderete anche davanti alle stranezze di Escape From Life Inc. Il tutto mentre sarete accompagnati anche da una, molto mediocre, colonna sonora.

Trofeisticamente parlando: Escape From Platinum Inc

Raggiungere l’amata coppa di Platino in questo titolo non sarà complicato. Esso durerà all’incirca quattro ore e tutti i trofei principali saranno legati alla storia. Gli unici “più fastidiosi” saranno legati ai collezionabili, composti da nove frutti e trentasette animali. Tutto da raccogliere prima della fine del Capitolo 4. Ma tranquilli, verrete avvisati a schermo nel punto menzionato. Arrivati al capitolo 5 non vi resterà che parlare con tutti gli animali incontrati fino a quel punto prima della boss fight finale e il Platino sarà vostro. DING! Facile e indolore.

VERDETTO

Escape From Life Inc è un titolo bizzarro. Completamente basato su cooperazioni tra i personaggi e puzzle ambientali, vi lancerà in una storia strana e contorta. Mentre giocherete non riuscirete a capire se siete stanchi di tutta questa follia o se ne volete ancora. Per i cacciatori di trofei sarà l'ennesimo Platino veloce, ma per i comuni giocatori sarà un'esperienza piena di mistero e follia. Ma poi, quale mente malata dà delle gambe a un pesce?

Guida ai Voti

Raffaele Verde
Cresciuto a pane e videogiochi, mastica qualsiasi genere videoludico che non sia sportivo. Lettore di fumetti. Fa il cuoco e studia lingue straniere!