Home ConsoleNews PS4ESL Vodafone Championship: online le sfide del campionato di eSport italiano

ESL Vodafone Championship: online le sfide del campionato di eSport italiano

Dopo una lunga attesa ha preso ufficialmente il via l’ESL Vodafone Championship,il più importante e prestigioso torneo eSport italiano organizzato da ProGaming Italia, realizzato da quest’anno in partnership con Vodafone. Il torneo rappresenta infatti una delle iniziative chiave dell’accordo internazionale siglato lo scorso marzo tra la compagnia telefonica e il leader mondiale degli eSport. ESL Vodafone Championship è realizzato anche grazie al supporto di Intel e paysafecard, sponsor della manifestazione.

Da lunedì 15 ottobre fino a dicembre, i migliori player e le migliori squadre selezionate nel panorama competitivo italiano si sfideranno online su titoli come Tom Clancy’s Rainbow Six Siege, League of Legends, CS:GO.A questi titoli si aggiunge Clash Royale, uno dei giochi mobile più giocati e diffusi degli ultimi tempi.

Sarà un campionato entusiasmante che vedrà i migliori talenti dell’eSport italiano sfidarsi online per poi competere nelle finali previste per i prossimi 15 e 16 dicembre nel Vodafone Theatre di Milano per aggiudicarsi un montepremi complessivo di 35.000 Euro.

Ogni settimana tutti gli appassionati potranno assistere alle partite di ciascun titolo grazie a quattro serate di streaming: lunedì per CS:GO, martedì per Rainbow Six, mercoledì per Clash Royale e il giovedì per League of Legends. Commenteranno le partite alcuni tra i più noti caster internazionali: Simone “Akira” Trimarchi e i Kniferound per CS:GO, Edoardo “Eddie” Cianciosi e Giuliio “JohnsonTV” Gungui per Raimbow Six, Lonny the Wolf e Nemos per Clash Royale e Ferakton e Sarengo per League of Legends. Le sfide potranno essere seguite sui canali ufficiali di ESL Italia: Twitch e Facebook.

Articoli correlati

Stefano Bongiorno
Nato e cresciuto in cattività, il giovane Stefano è stato svezzato a latte in polvere e Nintendo, cosa che lo ha portato con gli anni a dover frequentare svariati osteopati a causa delle deformazioni alle mani causati dall'uso di pad rettangolari. Oggi ha una certa età e scrive per il Bit, non perché abbia una scelta, ma perché altrimenti il boss Dario lo fustiga con le copie invendute di Digimon All-Star Rumble. Nel tempo libero si dedica occasionalmente al suo lavoro di commesso di telefonia e soprattutto alla caccia al Platino, con scarsi risultati.