UPDATE: tra i tanti dettagli, è stata confermata la possibilità di attivare la modalità Drago del fulmine fiammeggiante per Natsu Dragneel e il supporto in battaglia del master Makarov, che potrà scagliare Fairy Law sugli avversari e indebolirli.

Come promesso, GUST e Koei Tecmo hanno svelato con un trailer i primi dettagli ufficiali dell’RPG su Fairy Tail durante il Fairy Tail Special Stage al Tokyo Game Show 2019.

Dai primi dettagli emerge il setting della storia, ambientata a partire dal termine della saga dell’esame di Classe S, dopo la distruzione dell’isola Tenrou, con la sua parte finale a far da prologo. La storia seguirà dunque la rinascita dalle ceneri della gilda più popolare di Fiore, passando anche per i Grandi Giochi Magici (Dai Matou Enbu). La gilda, situata a Magnolia, sarà la base dei giocatori, riprodotta nel gioco per filo e per segno. Dalla struttura bisognerà accettare le quest dalla Request Board, che man mano aumenteranno di difficoltà a seguito del livello di prestigio della gilda. Questa determinerà la qualità degli oggetti da acquistare e la possibilità di creare un laboratorio di ricerca e sviluppo. Di seguito le informazioni rilasciate nel dettaglio dagli sviluppatori:

  • il flusso di gioco dipende dal valore della gilda, importante quanto lo è nel manga originale. Il tutto è strutturato in: accetta una quest, completala (elimina i mostri, esplora, eccetera) e la gilda aumenterà di prestigio;
  • come nella serie Atelier, il gioco userà il sistema symbol encounter per le battaglie. Gli scontri non saranno casuali, ma cominceranno solo se ci imbatteremo nei modelli nemici sulla mappa. Le battaglie sono strutturate a turni e con una certa formazione, che descrivono il gameplay come “altamente strategico”;
  • gli MP servono per usare la magia, ma all’eliminazione di un nemico alcuni punti saranno ripristinati. Seguendo determinate condizioni, si potranno usare anche magie combinate (Unison Raid?);
  • il gioco comincerà dalla sconfitta di Hades. L’arco narrativo dei Grandi Giochi Magici corrisponderà alla prima metà della storia;
  • la storia principale si baserà su quanto narrato nell’anime, ma come da tradizione per Gust, ci saranno anche nuovi contenuti da affrontare dopo la fine del gioco, con episodi e trame originali preparate appositamente. Alcune quest saranno specifiche per determinati personaggi e non intaccheranno il flusso narrativo;
  • la mappa del mondo connette Magnolia al resto della regione di Fiore, da cui si potranno visitare le altre città tra cui Crocus, la capitale del regno;
  • Hiro Mashima, autore di Fairy Tail, sta supervisionando il character design e dando consigli per l’aggiunta di contenuti in-game;
  • lo sviluppo è completo al 50%.

Stando a uno screenshot, inoltre, il roster non si riduce a Natsu, Gray, Lucy, Erza e Wendy, ma ospiterà altri dieci lottatori ancora non annunciati (ma dalle sagome si possono individuare Gajeel e Juvia). Gli sviluppatori hanno inoltre confermato che a ottobre ne sapremo di più. Nel frattempo, vi lasciamo agli screenshot e al trailer, condiviso dai colleghi di Gematsu. Fairy Tail è in uscita nel 2020 su PlayStation 4, PC e Nintendo Switch.