Home ConsoleNews PS4Final Fantasy VII Remake: missioni secondarie e principali, ne discute Tetsuya Nomura

Final Fantasy VII Remake: missioni secondarie e principali, ne discute Tetsuya Nomura

Final Fantasy VII Remake si profila non solo come il rifacimento di un gioco che ha segnato la storia dell’industria, ma anche come uno dei più grandi progetti di tutta Square Enix. Tra i tanti dubbi che ancora gli ruotano attorno, c’è quello relativo alla struttura delle missioni secondarie e principali con protagonisti Cloud Strife, Tifa Lockhart e gli altri.

Ne ha discusso Tetsuya Nomura ai microfoni delle testate nipponiche 4Gamer e Famitsu negli ultimi giorni (interviste tradotte in inglese da DualShockers). Il direttore e concept designer della produzione esordisce rivelando che, rispetto all’originale, “ci saranno molti nuovi eventi nella storia principale. In alcune di queste scene, ad esempio, finirete con il visitare i genitori di Jessie, ma in realtà a ogni membro Avalanche abbiamo dato molto più risalto rispetto al gioco originale, con nuovi eventi e attività. Quando lascerete Midgar, sono sicuro che sarete molto soddisfatti”.

A proposito di trame secondarie, l’autore giapponese alza l’asticella delle aspettative, assicurando che “saranno grandi quanto quelle che caratterizzeranno la trama principale”. Il team in forze presso Square Enix aveva già detto che Midgar sarebbe stata espansa oltremodo, tanto che in alcune missioni del remake “potrete spostarvi utilizzando dei veicoli”, afferma Nomura. Mentre la demo rilasciata a inizio settimana rivela un paio di sorprese per i fan, ricordiamo che Final Fantasy VII Remake uscirà il 10 aprile per PlayStation 4.

Articoli correlati

Maria Enrica
Grata dal 1994 ai videogiochi per sopperire a pigrizia e mancanza di fantasia, è stata svezzata da mamma Nintendo, allevata da Sony fin dalla prima PlayStation, cresciuta con un pad in mano e il Game Boy Advance nell'altra. Laureanda in Lettere classiche, avversa ai videogiochi in digitale, sogna per questo una casa dove custodire una collezione degna di tale nome.

1 commento

Comments are closed.