Come conferma Activision Blizzard, l’episodio di quest’anno di Call of Duty, a differenza di Black Ops 4, avrà una modalità campagna. La scelta della compagnia di non inserire una storia nello scorso capitolo ha fatto discutere, eppure non ne hanno risentito le vendite che, anzi, hanno abbattuto il record di download al lancio sul PlayStation Store.

Come affermano infatti il presidente, Rob Kostich, e il direttore finanziario di Activision, Dennis Durkin, il Call of Duty del 2019 avrà “una campagna completamente nuova, un enorme ed espansivo mondo multiplayer e del sano gameplay in cooperativa”. Con il prossimo titolo, Activision ha intenzione di fare enormi passi in avanti pur, paradossalmente, ritornando alle origini. Proprio per questa ragione, anziché nelle (comunque ottime) mani di Treyarch, lo sviluppo del nuovo sparatutto è stato affidato a Infinity Ward, autrice dei capitoli più amati della serie quali Call of Duty, Call of Duty 2, la trilogia Modern Warfare, Infinite Warfare e Ghosts (ma quest’ultimo, decisamente, non mi pare rientri tra i più amati NdD).