Nel corso di un panel al PAX West 2018, Cory Barlog, director di God of War, ha dichiarato di aver alcune idee da sviluppare in merito a un eventuale gioco dedicato a Superman:

Una di queste, anche abbastanza ovvia, è di un Superman anziano con un figlio al quale dovrà insegnare tutto. Si tratta chiaramente di un’idea ispirata al mio ultimo gioco (God of War).

La seconda, dal momento che amo moltissimo la serie TV Smallville, è di creare un titolo con delle influenze dalla serie Persona. Bisogna quindi vestire i panni del giovane Clark Kent e andare a scuola, ma siete anche il più grande supereroe americano e dovrete dare un equilibrio a questi due aspetti. Dovrete quindi superare le difficoltà di un adolescente alle scuole superiori e comprendere cosa significhi avere dei poteri simili. Insomma, una sorta di Persona, quindi non lo prenderei in considerazione.

Una terza idea coinvolge di nuovo una versione molto giovane di Superman, con un udito ancora non pienamente sviluppato e non consapevole dei suoi poteri. Non siete ancora Superman, nessuno sa di lui. Inizierete ad ascoltare persone che chiedono aiuto e, aiutandole, vi inizieranno a chiamare sempre più persone. Avanzando nel gioco continuerete a compiere questi gesti nobili e sempre più persone inizieranno a conoscervi e a seguirvi su Twitter. Con il passare del tempo inizierete a dover compiere delle scelte che vi faranno capire che non tutti possono essere salvati e dovrete portarne il peso. Nel terzo atto del gioco Superman diventerà poi il presidente del mondo.

E’ stato toccato anche il tema gameplay, fino a questo punto nemmeno sfiorato:

Non gli permetterei di volare. Gli darei però l’abilità di muoversi molto velocemente, in modo che le fasi iniziali del gioco possano somigliare a quelle di un gioco ispirato a Flash. Farei anche in modo che non tutti gli avversari possano essere sconfitti. Dovrete rendervi conto di quando sia difficile essere Superman alla comparsa di ogni nemico. Sarebbe una storia che racconta le origini del personaggio, un po’ come il primo Spider-Man.

Intanto, voci sempre più insistenti sembrano indicare gli apprezzati ragazzi di Rocksteady come gli autori del nuovo titoli ispirato a Superman. Sarà così?