Se un gioco come The Division 2 non nasce prettamente per assicurare tante e tante ore di contenuti anche dopo la storia principale, poco ci manca. Ubisoft Massive ha afferrato il concetto e ha imparato dagli errori commessi al lancio del primo capitolo, promettendo ai videogiocatori un prodotto in grado di tenerli impegnati per decine e decine di ore, anche dopo aver completato la storia principale. Ecco ciò che emerge dal nuovo video State of the Game, in cui parlano direttamente gli sviluppatori dello studio svedese.

Nelle prime tre fasi dell’endgame assisteremo all’invasione dei Black Tusk che prenderanno il controllo delle fortezze, che dovremo liberare completando circa due missioni a esse collegate. La quarta fase consisterà nell’affrontare una serie di taglie di difficoltà crescente, introducendo un nuovo livello di sfida. In tutto ci saranno circa cinquantadue boss unici che garantiranno laute ricompense una volta sconfitti. Sulla quinta fase invece si hanno pochissime informazioni, a parte che sarà disponibile più tardi e si sbloccherà conquistando Tidal Basin. Saranno presenti anche missioni giornaliere che potrete completare o scartare a vostro piacimento e sarà presente un nuovo NPC, di nome Cassie Mendoza, che vi offrirà ogni settimana oggetti rari.

L’attesa è quasi terminata, preparatevi a mettere le mani su The Division 2 il 15 marzo ma ricordatevi di liberare spazio sulla vostra PlayStation 4 sulla quale, secondo la scheda tecnica, saranno necessari circa 100 GB di spazio a disposizione per installare il gioco e le patch. Per ingannare l’attesa eccovi l’elenco trofei, già disponibile sul nostro forum.

1 COMMENTO

Comments are closed.