Uno dei videogiochi più attesi da tutta la community nel 2019 è The Last Of Us Parte II, che vedrà il grande ritorno di una Ellie ormai cresciuta su PlayStation 4. Naughty Dog, software house responsabile dello sviluppo del titolo, sin dalla sua presentazione ha promesso che The Last Of Us Parte II sarà una delle loro migliori produzioni.

L’art director Jonh Sweeney e il direttore per le comunicazioni Arne Meyer, durante un’intervista alla rivista nipponica Weekly Famitsu, hanno ammesso che i membri del team, durante il corso di quest’anno videoludico, hanno provato tutti i titoli first party pubblicati su PlayStation 4 per poter espandere i propri orizzonti e poter raggiungere un livello qualitativo superiore.

Sweeney ha affermato che giochi come God of War, Marvel’s Spider-Man e Horizon Zero Dawn sono un punto di riferimento per The Last Of Us Parte II e che il titolo proverà a eguagliare e battere il loro successo. Meyer ha confermato che tra tutti gli studi interni di Sony esiste un certo senso di sana competizione che aiuta a mantenere gli altissimi standard qualitativi richiesti. I due, però, hanno specificato che non esiste alcun tipo di rivalità ma che, anzi, Sony Santa Monica, Insomniac, Guerrilla e Naughty Dog si scambiano continuamente idee e segreti per migliorare le loro produzioni.