Che una delle più grandi leve commerciali del mondo sia la pornografia lo si era già capito osservando i dati relativi all’utilizzo del canale PornHub su PlayStation 4.

Il fatto però che anche una periferica come PlayStation VR venga sfruttata per servizi “sconci” dovrebbe dare comunque da pensare: VirtualReal Porn, uno dei tanti siti che offrono servizi con realtà virtuale, si vanta tra le altre cose di proporre filmati in 3D, a 180° e 360° indicando tra le periferiche compatibili anche quella progettata da Sony.

Non ci sono Batman o Resident Evil 7 che tengano quindi, pare che anche PlayStation VR sia destinato ad essere utilizzato (non da tutti per fortuna) per la pornografia. Sony, dal canto suo, non dà visibilità a questi servizi secondari ma si concentra sul promuovere il suo device come avverrà dal 15 al 19 Marzo al Let’s Play di Roma. Vi invitiamo comunque a rimanere con noi per tutti gli aggiornamenti del caso.