Home ConsoleNews PS4Resident Evil Village: nuova demo in arrivo, accesso anticipato per PlayStation 4...

Resident Evil Village: nuova demo in arrivo, accesso anticipato per PlayStation 4 e 5

Nella notte tra il 15 e il 16 aprile si è tenuto il Resident Evil Showcase per presentare le ultime novità su Resident Evil Village. Tra queste, Capcom ha confermato l’arrivo di una seconda demo sul prossimo capitolo della sua serie horror.

Si tratterà di una demo a tempo, dal momento che i giocatori avranno sessanta minuti per esplorare due diverse aree: il villaggio e il castello. Dal 18 aprile alle 17:00 fino alle 01:00 del mattino del 19 aprile, una fase di accesso anticipato per i videogiocatori PlayStation 4 e PlayStation 5 consentirà loro di scaricare la demo con la sequenza del villaggio e giocare liberamente per trenta minuti. Il PlayStation Store ha già aperto il preload per iniziare a giocare questa domenica. Dalle 17:00 del 25 aprile fino alle 01:00 del 26 aprile sarà invece possibile esplorare il castello sempre per un massimo di mezz’ora.

La modalità preferita dai fan, The Mercenaries, fa il suo tanto richiesto ritorno con ricchi contenuti e ricompense, fornendo varietà e rigiocabilità. I giocatori devono completare obiettivi sempre più impegnativi prima che scada il tempo in questa modalità aggiuntiva, che viene sbloccata completando la campagna principale. Il mercante Duke del gioco principale appare nella modalità, offrendo armi e potenziamenti per affrontare le sfide. Inoltre, i giocatori possono acquisire abilità che migliorano le loro armi o abilità fisiche. Spetterà a ogni giocatore stabilire quale strategia sarà più efficace per ogni obiettivo.

La demo integrale sarà poi disponibile dal 2 maggio su PlayStation 4, PlayStation 5 e su tutte le altre piattaforme per cui Resident Evil Village uscirà il prossimo 7 maggio.

Articoli correlati

Maria Enrica
Grata dal 1994 ai videogiochi per sopperire a pigrizia e mancanza di fantasia, è stata svezzata da mamma Nintendo, allevata da Sony fin dalla prima PlayStation, cresciuta con un pad in mano e il Game Boy Advance nell'altra. Laureanda in Lettere classiche, avversa ai videogiochi in digitale, sogna per questo una casa dove custodire una collezione degna di tale nome.