Bethesda ha annunciato un nuovo importantissimo e corposo aggiornamento per The Elder Scrolls Online, che con l’espansione Greymoor ci riporterà nientemeno che nelle terre nevose di Skyrim. La nuova zona esplorabile sarà quella occidentale, tra le terre fredde e ostili intorno a Solitude e l’estesa area sotterranea della regione di Blackreach. Le vicende saranno ambientate circa mille anni prima di quelle di The Elder Scrolls V: Skyrim, pertanto troveremo ambienti famigliari e già esplorati, ma con qualche differenza. Inedite saranno invece missioni, nemici e tutto ciò che riguarda il lato narrativo.

Nello specifico, nostro compito sarà aiutare nell’investigazione intorno a eventi soprannaturali che hanno fatto emergere vampiri e creature oscure dalle profondità di Solitude. Spetterà a noi porre fine alla minaccia e scoprirne l’origine. Greymoor introdurrà ache il sistema delle Antichità, una meccanica di gioco con cui potremo scoprire reliquie collezionabili provenienti da tutto il continente di Tamriel.

Greymoor sarà inserito in un contesto narrativo più ampio, il Cuore Oscuro di Skyrim, che inizierà a marzo con il DLC Harrowstorm e che continuerà per tutto il 2020, anche se gli sviluppatori assicurano che sarà godibile anche preso singolarmente. Potrete farlo a partire dal 2 giugno, data di rilascio su PlayStation 4.

1 COMMENTO

Comments are closed.