In una recente intervista a Shelley Johnson era emerso come in Watch Dogs Legion, l’ultima fatica di Ubisoft, sarà possibile impersonare fino a nove milioni di NPC. Questa impressionante estensione delle possibilità date al videogiocatore è emersa anche nella demo gameplay mostrata all’E3 2019.

L’intervista, a opera di GamingBolt, è stavolta toccata a Clint Hocking, direttore creativo del progetto, che ha così parlato:

Uno degli obiettivi originari del franchise Watch Dogs era la capacità del giocatore di entrare nella vita di qualsiasi NPC sfruttando il Profiler. In Watch Dogs Legion abbiamo esteso questa possibilità facendo in modo che ogni personaggio abbia una sua vita propria simulata. Contestualmente, abbiamo anche osservato come DedSec si sia evoluta nel tempo, da un gruppo che lavora nell’ombra con Aiden nel gioco originale a un collettivo di hacker nel secondo capitolo. Ci siamo chiesti se fosse possibile creare il proprio DedSec in modo sensato, e l’idea che ogni personaggio potesse essere il prossimo eroe giocabile aveva perfettamente senso. Dunque, questa meccanica di gameplay altro non è se non l’evoluzione fisiologica del brand.