Horizon Chase 2 – Recensione

Sviluppatore: Aquiris Game Studio Publisher: Epic Games Piattaforma: PS5 (disponibile anche per PS4) Genere: Corse Giocatori: 1-4 (Online 2-4) PEGI: 3 Prezzo: 24,99 € Italiano: Sottotitoli

Aquiris, studio brasiliano autore dell’iconico Horizon Chase Turbo (e del suo DLC Senna Forever) torna a farci sognare col secondo capitolo della serie Horizon Chase. Infatti, dopo essere approdato in passato su dispositivi mobile, abbiamo potuto provarlo su PlayStation, sia su current-gen che su old-gen. Scendete in pista con noi per la recensione di Horizon Chase 2.

Bentornato Tour Mondiale

Horizon Chase 2 è il diretto sequel del suo predecessore, e ne riprende le fattezze. Il Tour Mondiale è il centro dell’esperienza videoludica, unito all’Area Giochi e ai Tornei, senza dimenticare il comparto multiplayer (sia online che offline, in entrambi i casi fino a quattro giocatori). Il Tour è un viaggio intorno al mondo in cui dovremo scontrarci con piloti di diverse Nazioni (USA, Brasile, Giappone, Marocco, Italia, Thailandia), completando diverse competizioni per ogni regione fino a completare l’intero Stato.

Ogni gara è concettualmente piuttosto semplice: partendo ultimi dovremo farci strada attraverso il gruppo su stradoni sinuosi superando gli avversari e puntando alla vittoria. A volte sarà più facile, a volte servirà un po’ di strategia, per esempio cercando di capire dove sia meglio utilizzare il Nitro. Niente consumo di carburante rispetto al passato, che facilita (seppur di poco) il gameplay. Gli avversari sono aggressivi ma tutto sommato corretti, tranne nelle battaglie 1 vs 1 delle sfide. In quest’ultimo caso ci troveremo a fronteggiare contendenti agguerriti, scorretti e molto veloci, in pur stile arcade.

Esistono poi diverse tipologie di competizioni, come le prove a tempo in cui troveremo dei gettoni ferma tempo lungo il tracciato. Questi, insieme all’utilizzo consapevole del Nitro, permettono di ottenere tempi sempre migliori. È piuttosto chiaro che non sempre sia possibile riuscirci, e quindi sarà importante potenziare l’auto per ottenere prestazioni adeguate. Durante le gare normali troveremo, insieme alle ricariche Nitro, anche dei gettoni medaglia lungo il tracciato, grazie ai quali guadagneremo più punti esperienza. Nelle sfide boss avremo a disposizione solamente il Nitro, e in quantità ridotte, andando a renderci la vita difficile, imponendo una strategia per la vittoria della gara.

Giro del mondo con varietà e fantasia

Sin da subito avremo modo di apprezzare la costante variabilità delle piste, sia da un punto di vista puramente estetico che da quello dei layout. Ci troveremo anche in diverse ambientazioni, siano queste cittadine, desertiche, in delle foreste o con un mix di tutti questi elementi. Saranno presenti anche luoghi iconici del mondo come San Francisco e il suo Golden Gate Bridge, ma passeremo anche attraverso le sabbie dei deserti o su e giù per le colline brasiliane. In Italia potremo sfrecciare attraverso le stradine delle cittadine medioevali o costeggiare il mare e apprezzarne il tramonto.

A proposito di tramonto, in Horizon Chase 2 sono presenti sia le variazioni del ciclo giorno/notte che quelle climatiche. Non sarà escluso incontrare una nuvola temporalesca o una tempesta di sabbia, così come trovarsi a correre nel mezzo della notte, dopo aver assistito al calare del sole.

Più corri, più personalizzi

Man mano che si completano le competizioni guadagneremo punti esperienza, utili per salire di livello con l’auto e permettere di sbloccarne alcuni potenziamenti, mediante un sistema di punti miglioria. Questi permetteranno di incrementare le prestazioni in alcuni ambiti, tra cui Accelerazione, Velocità Massima, Maneggevolezza e Frenata. Questo si rispecchia poi anche in pista, permettendo di facilitare le cose e rendere un po’ meno complicate certe gare, come le prove a tempo.

L’accumulo di punti permette anche di sbloccare elementi estetici, per esempio carrozzerie, cerchioni, adesivi, colorazioni, adatte a tutti i gusti. L’officina del gioco permette di lavorare sulle auto, per renderle calzanti con lo stile del giocatore, ma senza mai scendere in dettagli alieni come i set-up o altre amenità da lasciare ai titoli simulativi. Infatti ogni auto avrà un suo personalissimo stile, sia estetico che a livello prestazionale, da valutare prima di ogni gara. Chiaro è che poi dipende dai gusti personali, ma in generale il livello di sfida del gioco, almeno nella modalità Tour Mondiale, non è tale da richiedere necessariamente chissà quale bolide.

Estetica: dieci e lode

Ricordate il primo capitolo o il DLC Senna Forever? Niente più pixel art in stile anni ’90, benvenuta grafica cartoon. Il gioco è infatti caratterizzato da uno stile grafico pulito, vibrante, colorato, ricchissimo di differenti ambientazioni e di carattere. Lo si percepisce in ogni tracciato, e la passione che c’è dietro è decisamente palpabile.

L’amore profuso nel gioco è decisamente grande e Aquiris si dimostra uno studio talentuoso, che sa imparare del passato per produrre titoli di qualità sempre crescente. Horizon Chase 2 è splendido, ed è uno dei migliori giochi arcade pubblicati nel 2024 su PlayStation 4 e 5. Anche le variazioni meteo sono estremamente belle da vedere, così come le auto, che presentano una loro personalità indipendente, pur essendo senza licenze ufficiali. Ma ne abbiamo davvero bisogno?

Inoltre, a livello tecnico il gioco è davvero solido, dimostrando una fluidità eccezionale in qualunque caso, senza mai andare a perdere un solo frame, rimanendo sempre velocissimo, pulitissimo e divertentissimo.

Il Platino di Horizon Chase 2: sempre dritti verso il completismo

La lista trofei di Horizon Chase 2 è composta da trentanove coppe, divisi in ventitré di bronzo, dodici d’argento, tre d’oro e uno scintillante Platino. Va da sé che quest’ultimo necessita del 100% di completamento del gioco, il quale si presenta tutto sommato facile e relativamente veloce. Infatti basteranno circa 20 ore per potersi portare a casa il Platino, il quale richiede di completare il Tour Mondiale al 100% e la modalità Tornei alla massima difficoltà. Ma con delle auto sufficientemente potenziate nulla sarà impossibile, anzi.

VERDETTO

Horizon Chase 2 è un arcade racer splendido da giocare, che rimanda ai fasti delle sale giochi degli anni '80 e '90 ma con un bel tocco di modernità. Gameplay veloce, adrenalinico, fluidissimo, diretto e senza tanti orpelli, unito a numerose auto ed a una quantità di ambientazioni, riesce a divertire, intrattenere e portare una sfida considerevole in certe competizioni. Il sistema di guida arcade è facile da imparare e altrettanto da padroneggiare, rendendolo adatto a tutti, dai bambini agli adulti. Consigliatissimo.

Guida ai Voti

Andrea Pasqualin
Classe '90, nato e cresciuto tra benzina e gasolio, è il classico "petrolhead". Si è umilmente autoproclamato "Re dell'Universo Racing presso PlayStationBit". Platinatore incallito, attualmente è il redattore della rubrica "Racconti di Caccia", si dedica inoltre a ricerche su Platini facili e/o ultra rari, per bullarsi con gli amici. Appassionato di tutto quello che corre e vola, sta vivendo il suo sogno scrivendo di videogiochi e pensandoci dalla mattina alla sera. Nei momenti liberi guida la sua moto supersportiva e si diverte a spaventare le vecchiette ai semafori.