Home ConsoleNews PS5PlayStation 5, la scatola della console è totalmente ecologica

PlayStation 5, la scatola della console è totalmente ecologica

Negli ultimi cinquant’anni l’uso della plastica in tutto il mondo è aumentato di circa venti volte, ma i tassi di riciclaggio rimangono purtroppo piuttosto bassi, intorno al 9%. Ciò ha contribuito ad aumentare l’inquinamento degli oceani del mondo, una questione di crescente e urgente preoccupazione. Per questo è necessario invertire la rotta e proteggere gli ecosistemi marini in pericolo; ecco perché, nel 2020, Sony Corporation ha stabilito il piano Green Management 2025 a seguito del lancio di One Blue Ocean Project. L’approccio prevede un impegno serio e costante per eliminare sia l’uso di plastica negli imballaggi di piccoli prodotti entro il 2025, che del 10% la quantità d’imballaggi in plastica negli altri prodotti, certificato dalla volontà di Sony stessa di modificare le custodie dei suoi videogiochi.

Grande impegno è stato profuso anche per la confezione delle periferiche di PlayStation 4, come il controller wireless DualShock 4, per cui è stato utilizzato circa il 70% di plastica PET riciclata per le parti trasparenti di visualizzazione del prodotto e per i ganci usati per appendere i prodotti nei negozi. Anche i materiali utilizzati per la console PlayStation 5 e l’imballaggio degli accessori sono progettati per essere completamente riciclabili e, a seconda del prodotto, il packaging di ogni PlayStation 5 ha una percentuale plastic free compresa tra il 93 e il 99% (in peso). Sebbene ci sia ancora del lavoro da fare, sono stati implementati miglioramenti per raggiungere questo obiettivo, come linguette pieghevoli ed eliminazione dei sacchetti di plastica per cavi e istruzioni. Sony è impegnata a guidare il cambiamento verso la sostenibilità, in linea con l’impegno nella Road to Zero.

packaging playstation 5

Articoli correlati

Dario Caprai
Non capisce niente di videogiochi ma, dal momento che non lo sa, continua a parlarne, imperterrito. Tanto è vero che il tempo preferisce passarlo a scrivere, a leggere, a vedere un film, a seguire e praticare sport, a inveire per il fantacalcio, a tenersi informato su tecnologia e comunicazione piuttosto che con un DualShock in mano. In tutto questo è, però, uno degli admin di PlayStationBit da tempo ormai immemorabile.