Home ConsoleNews PS5PlayStation 5: una generazione di grandi produzioni a discapito di quelle minori?

PlayStation 5: una generazione di grandi produzioni a discapito di quelle minori?

Da una manciata di giorni sta facendo molto discutere un articolo firmato Jason Schreier apparso sulle pagine di Bloomberg, riguardante la presunta strategia intrapresa da Sony per eccellere nella generazione corrente. Stando alle parole del giornalista, il colosso nipponico starebbe dismettendo a poco a poco tutte le sue succursali minori in favore di quelle con le forze produttive necessarie per sviluppare tripla A. L’ex penna di Kotaku sostiene che il team di Sony San Diego stesse lavorando al remake del primo The Last Of Us, tuttavia questo poi è andato a Naughty Dog, mentre i primi si sono spostati su altro.

Hermen Hulst, nuovo responsabile dei PlayStation Studios, ha però deciso di tagliare loro i fondi per la creazione di un nuovo motore grafico per PlayStation 5, spingendo così molti membri ad andarsene. Non solo, pure i creatori di Gravity Rush ed Everybody’s Golf avrebbero detto addio, perché i loro videogiochi non avrebbero attecchito su una larga fetta di pubblico. Situazione spiacevole anche per Dreams, la cui campagna comunicativa non avrebbe ricevuto il massimo supporto da chi di dovere.

Articoli correlati

Maria Enrica
Grata dal 1994 ai videogiochi per sopperire a pigrizia e mancanza di fantasia, è stata svezzata da mamma Nintendo, allevata da Sony fin dalla prima PlayStation, cresciuta con un pad in mano e il Game Boy Advance nell'altra. Laureanda in Lettere classiche, avversa ai videogiochi in digitale, sogna per questo una casa dove custodire una collezione degna di tale nome.