Sviluppatore: QubicGames Publisher: QubicGames Piattaforma: PS Vita (disponibile anche per Mobile) Genere: Endless Runner Giocatori: 1 PEGI: 3 Prezzo: 4,99 €

Con l’avvento del gaming su mobile abbiamo potuto vedere la nascita degli endless runner e, grazie allo smisurato successo ottenuto, la loro successiva migrazione verso le console portatili. Il genere negli anni non ha saputo rinnovarsi nonostante gli infiniti titoli a disposizione, e sopratutto sulle console portatili non ha saputo portare titoli degni di nota stufando ben presto il pubblico. Geki Yaba Runner nasce quindi in un periodo poco fortunato per questo genere di giochi, ma il platform runner in 2D, sviluppato da Qubic Games per PlayStation Vita, cerca di spiccare per la sua originalità e follia.

Uno gnomo in cerca di calzini

L’idea alla base del gioco è molto semplice, impersoneremo uno gnomo in cerca di… calzini. Una volta avviato il gioco avremo dinanzi a noi un menù piuttosto scarno, in quanto vi è la sola possibilità di scegliere il livello da giocare e poche altre opzioni basate sulle impostazioni audio. La trama è quasi inesistente, visto che inizialmente il gioco partirà senza nessuna spiegazione; solamente dopo un paio di livelli tutorial ci sarà una cutscene in cui verremo incaricati dal sovrano del regno degli gnomi di cercare la nostra principessa scomparsa in circostanze misteriose, con l’ordine aggiuntivo di riportare a casa, ovviamente, migliaia di calzini.

Geki Yaba Runner, a differenza dei soliti giochi runner, non avrà un singolo stage da affrontare fino alla nostra morte, ma al contrario avrà a disposizione una lunga serie di livelli da portare a termine. Andremo dunque ad affrontare questi livelli con controlli piuttosto limitati. Il nostro piccolo gnomo barbuto correrà da solo e ci basterà premere un solo tasto, quello del salto. Il sistema di controllo è preciso e affidabile ma, vista la pubblicazione su PlayStation Vita, poteva essere gestito dall’ottimo touch screen della console. Gli sviluppatori, però, hanno deciso di non includere questa possibilità affidando tutte le nostre mosse ai più fidati controlli fisici. Ogni scenario può essere completato in breve tempo dato che, se anche moriremo, ci saranno dei comodi checkpoint a disposizione per non farci ricominciare tutto da capo. Il nostro compito per arrivare alla fine del percorso, oltre a evitare trappole mortali, sarà quello di raccogliere una minima parte dei calzini messi a disposizione dallo stage. Le cose si fanno molto più complicate se si punta a raccogliere tutti i calzini e il preziosissimo calzino dorato.

Una difficoltà crescente

I percorsi dureranno al massimo un paio di minuti, ma, se all’inizio tutto vi sembrerà semplice e sbrigativo, basterà completare un paio di stage per andare incontro a una difficoltà che, livello per livello, aumenterà sempre più. Gli ambienti, che inizialmente sono molto semplici e  lineari, avanzando con il gioco diventeranno dei piccoli labirinti, pieni di trappole pronte ad ammazzarci. La difficoltà, tuttavia, risulta quasi sempre ben calibrata e, anzi, ci invoglierà a provare e riprovare diverse volte, fino quando non riusciremo a superare lo stage.

Il nostro gnomo sbloccherà anche diverse abilità; ad esempio, tenendo premuto il tasto del salto, ci verrà messa a disposizione una sorta di mutanda, utile per planare e sfruttare le correnti ascensionali. Con il tasto direzionale rivolto verso il basso, invece, avremo il potere di arrabbiarci per poter correre ancora più veloce e poter sfondare alcuni ostacoli.

1
2
RASSEGNA PANORAMICA
Voto
6/10
CONDIVIDI
Articolo precedenteHeadup Games e Koch Media distribuiranno un bundle dedicato a Bridge Constructor
Prossimo articoloPubblicato il primo trailer di lancio di Spider-Man
Avatar
Nato con la passione per la PlayStation è cresciuto coltivando l'amore verso tutti i generi di videogames. I suoi hobby, oltre il gaming, sono le auto e la palestra.