Handheld & SmartphoneNews PS Vita"PlayStation Vita è morta, è finita" dice Patcher. Ma Sony risponde

“PlayStation Vita è morta, è finita” dice Patcher. Ma Sony risponde

Michael Patcher, noto analista dell’industria videoludica, ha recentemente celebrato il funerale dell’ultima portatile di casa Sony. Queste le sue parole:

“I think if they made the PS Vita in different colors it wouldn’t sell more. The only thing that’s going to sell more Vitas is compelling software. God, I shudder to tell you how many units of Vita were sold this month, but the answer is ‘not very many’. The Vita is dead, it’s over. It’s a really great device that nobody thinks they need so no one’s buying it – it is really slick, if you get one you will like it.”

Per chi non mastica la lingua inglese, si dice che Vita è morta, soprattutto per la mancanza di software. Ma la risposta di Sony non è mancata.

“Remote Play on the PS4 system fully unlocks the PlayStation Vita system’s potential, making it the ultimate companion device. With the PS Vita system, gamers will be able to seamlessly play a range of PS4 titles on the beautiful 5-inch display over Wi-Fi access points in a local area network.”

Dunque Sony crede ancora in PlayStation Vita, ammettendo implicitamente che l’attuale situazione non è delle migliori – solo un tonto o un disinformato non sarebbe arrivato alle conclusioni di Patcher -, ma confidando nel futuro, grazie alla manona che PlayStation 4 potrà dare alla sorella minore.

PS_Vita_010

 

Articoli correlati

Dario Caprai
Non capisce niente di videogiochi ma, dal momento che non lo sa, continua a parlarne, imperterrito. Tanto è vero che il tempo preferisce passarlo a scrivere, a leggere, a vedere un film, a seguire e praticare sport, a inveire per il fantacalcio, a tenersi informato su tecnologia e comunicazione piuttosto che con un DualShock in mano. In tutto questo è, però, uno degli admin di PlayStationBit da tempo ormai immemorabile.