The Deadly Tower of Monsters – Recensione

Sviluppatore: Publisher: Piattaforma: Genere: Giocatori: PEGI: Prezzo:

Publisher: ATLUS Developer: ACE Team
Piattaforma: PS4 Genere: Action GDR isometrico Giocatori: 1 PEGI: 16 Prezzo: 14,99 €

Il Team ACE ci immerge in un film anni ’70 degno di nota, con attori strapagati, effetti speciali da urlo, grafica in CGI all’avanguardia, costumi da far impallidire Johnny Depp, una recitazione da oscar e un regista di altissimo livello: Dan Smith! Non lo conoscete? Beh, allora gustatevi The Deadly Tower of Monsters e preparatevi a rimanere a bocca aperta. The Deadly Tower of Monsters è una piccola perla che omaggia gli ultimi trenta/quaranta anni di cinema di fantascienza tra situazioni al limite dell’assurdo e stereotipi di ogni genere.

the-deadly-tower-of-monsters-000

Film da Oscar!

La produzione affida al regista il commento del film e sin dal menù principale abbiamo costantemente la voce fuori campo di Dan, che ci accompagnerà per tutta la durata dell’opera, raccontandoci retroscena molto divertenti sul set, gli attori e la produzione. Il gioco fin da subito è spacciato come un film sci-fi low-budget di serie B: Pipino Starspeed (Dick nella versione originale) si schianta sul pianeta Gravoria, a causa di ciò il suo fedele copilota viene sbalzato via e inizia così la sua avventura, fra dinosauri, scimmie, robot, alieni e mostri di ogni sorta, cercando di trovare il suo amico disperso, in puro stile anni ’70.
Proseguendo nella storia faremo la conoscenza di Scarlet Nova, figlia dell’autoproclamato imperatore di Gravoria che si unirà al gruppo nel tentativo di portare la pace sul pianeta. Lo scopo dell’imperatore è soggiogare tutte le forme di vita del pianeta così da trasformale in oro, il nostro compito sarà quindi quello di conquistare l’immensa torre che si estende fino allo spazio. Una volta trovata Scarlet e il nostro copilota Robot, tramite degli apparecchi di criostasi sarà possibile cambiare a piacimento i 3 protagonisti che, per quanto si possa usare il personaggio preferito, gli sviluppatori sono stati attenti ad omaggiare di uguale attenzione, infatti in alcuni frangenti sarà necessario e non consigliato cambiare attore. La trama di The Deadly Tower of Monsters (TDTOM d’ora in poi) è quanto di più semplice si possa concepire, ma il tutto è voluto, dato che si parla di un film a basso costo, infatti non solo la trama è scarna, ma anche i dialoghi dei personaggi sono pochissimi e per lo più accompagnati da delle linee di testo mostrate a schermo.

the-deadly-tower-of-monsters-001

Il gioco fa da parodia a film del calibro di Star Wars, Il pianeta delle scimmie, A 30 milioni di km dalla Terra, Gli Argonauti e molti altri e lo fa in chiave comica, mettendo nel calderone talmente tanti elementi che a prima vista potrebbero sembrare un mappazzone, ma che invece sono inseriti alla perfezione in un mondo che vive armonisamente tra passato e futuro. Si potrebbe quasi definire il Kung Fury dei videogames.
Esistono anche lati negativi, infatti nonostante la bellezza del titolo sia innegabile nel suo insieme, i nemici sono quasi sempre gli stessi, durante la scalata ci ritroveremo a fare quasi sempre le stesse cose, la trama oltre allo sprint iniziale non regala momenti da ricordare e la durata del titolo è abbastanza breve, che si attesta sulle 4 ore.

The-Deadly-Tower-of-Monsters-screenshots-003

TDTOM è un Action RPG isometrico di stampo free roaming, infatti l’intera torre sarà completamente esplorabile e grazie ai dei teletrasporti situati in varie zone, sarà possibile muoversi con più facilità tra i vari tranelli che ci attendono. Piccola peculiarità del gioco è che l’estensione della mappa non si sviluppa in orizzontale, ma in verticale, infatti per quanto le aree di gioco siano relativamente piccole, l’altezza della torre ci porterà fin nello spazio. In quanto a gameplay è molto semplice ed intuitivo, con un tasto per il corpo a corpo, un tasto per far fuoco con le armi a distanza, uno per la schivata e la levetta analogica per muoverci, niente di complicato quindi e sin da subito si è pronti ad entrare in azione. Come detto in precedenza il gioco è un Action RPG, questo perché nonostante le fasi di combattimento siano le classiche di un gioco d’azione, il sistema di sviluppo delle armi e del personaggio si avvicina molto ad un gioco di ruolo. Ad ogni livello potremo aumentare una statistica a scelta tra: vita, energia, rigenerazione, danno corpo a corpo o con armi da fuoco, mentre un semplicissimo sistema di crafting ci permetterà di potenziare le varie armi che troveremo durante la nostra scalata.

Pronti per la post-produzione

Per essere un indie a basso costo TDTOM, sotto l’aspetto grafico si difende egregiamente con ottimi modelli poligonali sia per i protagonisti che per i nemici e uno scenario a tratti veramente meraviglioso. Ci ha lasciato stupiti inoltre la linea dell’orizzonte, infatti anche sulla punta della torre sarà possibile vedere la base della stessa, anche se con ovvie limitazioni data l’enorme altezza. Apprezzabilissimi gli effetti di pre-produzione, infatti vedremo i cavi di sicurezza ancora visibili, palloni gonfiabili usati al posto delle rocce, alberi di plastica e in alcune scene effetti in computer grafica appena abbozzati. Nelle opzioni di gioco inoltre, ci sarà la scelta dello stile grafico tra VHS e DVD e per quanto il gioco stesso consigli la visuale VHS, abbiamo comunque optato per quella DVD, data la miglior resa visiva e la maggior pulizia grafica.

The-Deadly-Tower-of-Monsters-screenshots-002
Al reparto audio le musiche non sono sicuramente da ricordare, ma strizzano l’occhio ad alcune colonne sonore del cinema, il commento audio è però il vero fiore all’occhiello, il regista con le sue punzecchianti dichiarazioni non si risparmia davanti a nulla, regalandoci alcune battute molto divertenti e dei retroscena molto curiosi sullo sviluppo del film, come l’utilizzo di scimmie vere per non pagare attori in carne ed ossa o battute esilaranti come la scelta del nome del protagonista e il suo pianeta di provenienza, infatti visto che il protagonista si chiama Dick è stato preferibile non scegliere Urano come sua origine (la battuta è ovviamente in inglese, dato che in italiano perderebbe tutto il senso).

the_deadly_tower_of_monsters_8

Trofeicamente parlando…

TDTOM porta con sè 24 trofei, platino compreso. Non ci sarà mai nulla che vi causerà problemi, infatti una volta completato il gioco base vi rimarranno solo alcuni collezionabili che, vista la composizione della torre, saranno tutti molto semplici da raccogliere. Fortunatamente non esistono trofei mancabili e quindi vi basterà completare il gioco una sola volta per ottenere l’ambito Platino!

VERDETTO

The Deadly Tower of Monster è un grandissimo omaggio alla storia del cinema di fantascienza, che regala momenti geniali a tratti assurdi e molto spesso pieni di nonsense, capace senza troppe complicazioni di rompere anche la quarta parete, senza mai sbagliare un colpo. Purtroppo la monotonia dopo poco prende il sopravvento, ma la breve durata del titolo non vi farà pesare nulla. Se siete appassionati di cinema correte a comprarlo, se non lo siete compratelo ugualmente perché vi strapperà di sicuro più di una risata.

Guida ai Voti

Nicola Raiola
All'interno del mondo del Bit fin dal suo stato embrionale di UPSBlogit. Ha iniziato a giocare alla tenera età di quattro anni. Appassionato a ogni genere videoludico segue con passione, oltre ai videogame, anche film, anime e manga. Questo, purtroppo, è causa della sua instabilità mentale.