Publisher: Bandai Namco Developer: Dimps
Piattaforma: PS3, PS4 Genere: Picchiaduro Release Date: 13 febbraio 2015

Milano. Un giovedì come gli altri, se non fosse che sta per essere presentato Dragon Ball Xenoverse, un gioco che speriamo possa ridare lustro ad una serie che negli ultimi anni ha faticato a raggiungere i livelli che le competono. Il manga di Akira Toriyama è sicuramente tra i più celebri nel mondo e (purtroppo) qui da noi in Italia viene continuamente svilito con riproposizioni televisive quasi grottesche. Il risultato? Si sente il bisogno di un guizzo dei ragazzi di Dimps nel presentare un prodotto di qualità. Ecco le nostre impressioni in seguito alla presentazione del titolo, proposta nella versione PlayStation 4.

Dragon Ball Xenoverse

Svecchiare con classe!

Innanzitutto serviva un restyling agli eventi, ormai triti e ritriti. Bandai Namco ha così utilizzato la dinamica delle dimensioni temporali parallele e della macchina del tempo, già sperimentata con successo dallo stesso Akira Toriyama durante la saga di Cell. Cosa sarebbe successo se il giovane Trunks non avesse inventato questa meraviglia tecnologica? Cell avrebbe dominato incontrastato un mondo privo dei nostri beniamini? Il malvagio Babidy avrebbe distrutto l’Universo insieme al suo controverso ed indubbiamente simpatico (almeno nella sua forma paffuta) Majin Bu?

Dragon-Ball-Xenoverse-007

Qui i panni dei guastafeste li ricoprono un misterioso scienziato di nome Towa e la sua aiutante cyborg Mira, decisi a cambiare gli eventi della storia a sfavore dei nostri eroi e favorendo così la loro sconfitta negli incontri storici grazie ai paradossi temporali. Il solito Trunks decide quindi di agire e prega il Drago Shenron di dare vita ad un eroe nuovo di zecca che possa ristabilire l’ordine. Voi siete quell’eroe.
Da qui nasce la modalità di gioco principale, un’esperienza ricca di libertà, con elementi GDR, come la creazione del vostro personaggio, dove potrete scegliere tutte le razze aliene del manga e moltissimi orpelli estetici. La trama sarà completamente plasmata da voi e dal vostro eroe, che dovrete potenziare e far evolvere con l’apprendimento delle tecniche più famose, attraverso l’addestramento con i personaggi che incontrerete. Potrete scegliere un mentore in particolare che vi supporteà nelle vostre battaglie: immaginate di essere aiutati dal Frieza o da Cell, stavolta sul versante dei buoni. Potrete pure tralasciare gli eventi per dedicarvi a scontri online con gli amici o alle atttivtà secondarie come i tornei: inoltre, abbiamo potuto provare il gameplay del gioco, seppur in modo piuttosto sbrigativo.

Come faremo senza il buon Trunks?

2 COMMENTI

  1. Secondo me sarà sempre il solito dragon ball che cercherà di rivoluzionare qualcosa, ma che non porterà a significanti miglioramenti rispetto ai capitoli precedenti. Poi il fatto che tramite dlc si aggiungono nuovi personaggi mi fa imbestialire. I fan della saga lo apprezzeranno sicuramente. Io non dico altro, aspetto ulteriori notizie.

Comments are closed.