Sviluppatore: Invictus Games, Ratalaika Games Publisher: Rainy Frog Piattaforma: PS4 (disponibile anche per Mobile) Genere: Azione Giocatori: 1 PEGI: 7 Prezzo: 14,99 €

Benvenuti nella recensione di Dustoff Heli Rescue 2, un videogioco che vi permetterà di comandare un elicottero in un mondo grafico che miscela Minecraft con i LEGO. Vi abbiamo incuriositi? Non dovete fare altro che proseguire nella lettura.

Atterrare e precipitare sono due cose differenti

Dustoff Heli Rescue 2 (d’ora in avanti DHR2 per comodità) vi propone un banalissimo tutorial sui comandi e sulle modalità di base del gioco e poi vi getta nella mischia. Partiamo quindi anche in questa recensione dai comandi. Il gioco si sviluppa unicamente in due dimensioni, non vi saranno quindi comandi di profondità e di gestione della telecamera, ma solamente destra e sinistra. Con le freccette sceglierete il verso dell’elicottero, mentre con i tasti posteriori darete forza spingente in una delle due fiancate dell’elicottero. La gestione dell’equilibrio è fondamentale, così come la delicatezza degli atterraggi. Colpire troppo violentemente il terreno o degli ostacoli ambientali vi condurrà quasi sicuramente al game over.

E per sparare? Non potrete decidere voi se sparare, sarà il videogioco in automatico a sparare ai nemici più vicini se la vostra posizione lo permette, consumando anche munizioni preziose. Questa meccanica semplifica i livelli di distruzione in cui ci sono molti veicoli nemici e voi dovrete concentrarvi sulle manovre, ma toglie anche una gran fetta di dinamica action e di coinvolgimento.

Due modalità per una monotonia disarmante

Le modalità che si alterneranno nei 35 livelli del gioco sono prevalentemente due: Salvataggio e Distruzione. Nelle missioni di salvataggio dovrete raccogliere degli oggetti tramite dei traini agganciati all’elicottero o far salire a bordo dei compagni catturati dai nemici.

Nelle missioni di distruzione, invece, dovrete immergervi in Hulk e spaccare tutto. A volte a questa tipologia di missioni sono collegati limiti di tempo o la scorta di qualche veicolo, ma la distruzione dei nemici passa semplicemente da obiettivo del capitolo a mezzo per raggiungerlo. In ogni livello vi saranno delle piste di atterraggio nelle quali potrete spendere soldi per curare la salute del vostro elicottero e ricaricare le munizioni.

I soldi si ottengono completando le missioni e, oltre agli approvvigionamenti, vi consentiranno di acquistare nuovi elicotteri e nuove armi per gli stessi. La differenza fra gli elicotteri, oltre che nella dimensione, ricade quasi unicamente nelle statistiche, mentre le armi cambieranno molto il vostro stile di gioco (un doppio gatling vi permetterà di distruggere gli avversari dalla distanza, mentre lo sganciamento delle bombe vi obbligherà a posizionarvi sopra di essi, permettendovi però di ucciderli molto più velocemente).

1
2
RASSEGNA PANORAMICA
Voto
5/10
CONDIVIDI
Articolo precedenteCode Vein: il multiplayer cooperativo e due nuovi personaggi
Prossimo articoloReal Farm: data di uscita per i DLC gratuiti Potato Pack e Grünes Tal
Cresciuto a pane, cipolle e Nintendo 64, Giovanni è rimasto legato allo stile retrò. Ricerca in ogni videogioco un'esperienza unica, un'idea, un'innovazione. Ripudia di contro ogni cliché già visto e i giochi tutta estetica e nessuna sostanza. Soprannominato dai compagni del Bit "il moralizzatore". Gestisce da agosto 2017 la rubrica #SecondoGiovanni. Ama platform, metroidvania e GDR, odia gli horror e gran parte degli action. Ossessivamente attratto dai personaggi femminili, soprattutto se non umani - avete presente Carmelita Fox, Fidget, Coco, Gardevoir o Blaze? Ecco, ci siamo capiti...