Sviluppatore: Happy Tuesday Publisher: Headup Games Piattaforma: PS4 Genere: Strategico Giocatori: 1 PEGI: 7 Prezzo: 29,99 €

I tower defense non hanno lasciato un grande segno nel mondo dei videogiochi; i gamer, infatti, non hanno mai potuto vedere un gioco di questo tipo degno di nota sugli schermi delle loro console. Nel 2009 il genere ha però subito un’inversione di tendenza nel mercato grazie alla pubblicazione del gioco PopCap Games, Plants vs Zombies. Da quel momento in poi i tower defense hanno vissuto una vera e propria epoca d’oro grazie alle centinaia di pubblicazioni free-to-play su mobile, e con l’uscita poi delle simpatiche e folli piante sulle console fisse, anche i più diffidenti hanno potuto apprezzarli. Purtroppo l’essenza stessa del genere porta a una certa monotonia. Proprio qui, però, spunta lo studio Happy Tuesday, con sede a Berlino, che di recente ha provato a rivoluzionare un intero genere con la nascita di Hero Defense. Sarà capace di replicare il successo di Plants vs Zombies? Scopriamolo insieme.

Un bel minestrone di generi

Spuntato quasi dal nulla, il gioco pubblicato da Happy Tuesday ci pone di fronte a un nuovo concept, mostrando come ci si possa approcciare in maniera totalmente differente a una meccanica di gioco. Curiosi di scoprire in cosa consiste Hero Defense? Non vi resta che continuare con la lettura.

Il sistema dei tower defense resta quasi totalmente invariato, ma viene mixato sapientemente alle meccaniche dei MOBA e degli RPG; nel gameplay, infatti, ci sono forti componenti ruolistiche. Per cominciare, diversamente dai classici tower defense in cui si hanno strutture fisse, in Hero Defense avremo anche il totale controllo dei nostri personaggi, potendoli spostare a nostro piacimento e decidendo le zone migliori in cui abbattere le orde di nemici.

Durante il corso del gioco impersoneremo Jack Sanders, un cacciatore di vampiri che scoprirà che la città in cui è nato è stata distrutta dal suo malvagio padre, il conte Necrosis, imitazione del più famoso Dracula. Con la promessa di uccidere il padre partirà il viaggio di un Jack in cerca di vendetta; ben presto incontrerà Barrows, un simpatico vecchietto in cerca di rivalsa a sua volta. In totale il nostro party, oltre ai due appena citati, sarà composto da altri tre personaggi, ognuno con le proprie ragioni per volere uccidere Necrosis.

Bisogna sempre usare l’ingegno

Il team composto dai cinque protagonisti risulta essere variegato e, se all’inizio i personaggi vi sembreranno i soliti stereotipi, proseguendo con il gioco imparerete ad apprezzarli e ad amarli. Oltre alle differenze caratteriali che li distinguono, i personaggi avranno abilità e armi completamente differenti tra loro, facendo sì che ognuno di essi sia più efficace contro un determinato tipo di nemico. Ad esempio Jack sarà fondamentale per abbattere le orde di vampiri ma totalmente inutile contro gli scheletri, che verranno sterminati da Barrows. Questa meccanica di gioco tiene sempre alta l’attenzione del giocatore, che dovrà usare tutto il suo ingegno per sfruttare al massimo ogni membro del party.

Ogni mostro ucciso rilascerà delle sfere azzurre che permetteranno al nostro personaggio di caricarsi oppure di far entrare in battaglia un nuovo eroe. Se all’inizio il gioco vi potrà sembrare relativamente semplice, con il procedere delle missioni la faccenda si farà sempre più complessa e per poter proseguire servirà livellare e potenziare al meglio l’intero party. A supporto avremo pozioni magiche, come quella congelante o velenosa, e anche il favore dei cittadini, che potremo richiamare durante le missioni per abbattere un’intera orda di mostri. Una volta finito un livello sbloccheremo una nuova difficoltà dello stesso (fino a sbloccare l’endless mode), che ci consentirà di sbloccare delle stelle necessarie per proseguire nell’avventura principale.