Nickelodeon All-Star Brawl – Recensione Speedrun

Sviluppatore: Ludosity, Fair Play Labs Publisher: GameMill Entertainment Piattaforma: PS4 Genere: Picchiaduro Giocatori: 1 PEGI: 7 Prezzo: 49,90 €

Le arene con feroci combattimenti sono sempre divertenti, ma ancora di più lo sono quelle con i personaggi dei mitici cartoni di Nickelodeon! Se volete sapere chi potrebbe vincere in uno scontro all’ultimo sangue tra Spongebob e Leonardo delle Tartarughe Ninja in Nickelodeon All-Star Brawl lo potrete scoprire.

La famosa violenza dei cartoni

Nickelodeon All-Star Brawl è un picchiaduro che mette in campo diversi personaggi tra i più amati del famoso canale televisivo Nickelodeon. Spongebob e i suoi amici, il monaco Aang e le Tartarughe Ninja sono tra i protagonisti, ma anche altri personaggi meno conosciuti non sfigurano.

Il gameplay di Nickelodeon All-Star Brawl è il punto forte del titolo, infatti i combattimenti hanno una profondità che non ti aspetteresti dopo aver visto le mosse disponibili. Gli attacchi possibili sono di tre intensità e anche se manca la schivata è presente una parata che, associata agli altri comandi, creerà un’ottima varietà di combinazioni. Con un tutorial chiaro e semplice potremo impadronirci del sistema di combattimento ma utilizzarlo al meglio necessiterà di un po’ di pratica.

Non è presente una vera e propria barra dell’energia, infatti per sopraffare l’avversario dovremo buttarlo fuori dall’arena. I colpi che potremo infliggere faranno aumentare il valore percentuale accanto al nome del nemico, questo rappresenta quanto egli diventi leggero e quanto più facile sarà sbatterlo fuori dal combattimento. Queste espulsioni sono in numero limitato e i cuori o i punti, a seconda delle modalità, indicano le chance residue di ogni lottatore.

Nickelodeon all star brawl

La grafica e le modalità

La grafica è di buona fattura e lo stile, chiaramente cartoonesco, non si discosta dall’originale. Le arene sono piccole e i dettagli presenti curati e gradevoli alla vista.

Sono invece inutili e ripetitive le frasi dei protagonisti che appaiono in un fumetto a inizio combattimento e non godono neppure di una lettura. Ebbene sì, i personaggi sono tutti muti! Le uniche musiche presenti sono quelle di sottofondo durante gli scontri che però non entusiasmano molto.

Le modalità presenti sono poche per un gioco del genere:una è la modalità Arcade, che è anche l’unica per giocare in solitaria. In questa incontreremo avversari sempre più forti ma, purtroppo, non aggiungerà praticamente nulla agli scontri. Qualche cutscene con i numerosi idoli televisivi presenti sarebbe stata un’ottima cosa. Poi c’è la modalità Battaglia libera in cui potremo scontrarci in modo diversi con un numero variabile di giocatori, da due a quattro, sia online che in locale. Veloci e divertenti le partite online che ci permetteranno di sfidare giocatori a caso o i nostri amici.

Trofeisticamente parlando: calci e pugni a non finire

Vincere continuamente non dà solo soddisfazione, ma, questa volta, è anche l’unica strada per raggiungere il trofeo di Platino! Infatti per conquistare questo speciale riconoscimento dovrete guadagnarvi gli altri ventitré trofei di Nickelodeon All-Star Brawl. Siamo sicuri che fare tante partite online e sfidare degli avversari con un livello maggiore del vostro, per chi ha un po’ di manualità in questo tipo di giochi, non sarà un problema. Invece potrebbe essere noioso il trofeo “Tutto è connesso”, in cui si richiede di finire la modalità Arcade con tutti i personaggi presenti. Però se avete pazienza e vi piace il mondo di questi cartoon siamo sicuri che lo potrete raggiungere.

VERDETTO

Nickelodeon All-Star Brawl è un picchiaduro che mette in campo diversi personaggi tra i più amati del famoso canale televisivo Nickelodeon. Gli sviluppatori hanno puntato tutto sul combat system, sacrificando le modalità a disposizione. Il solido sistema di combattimento, fulcro del gioco, e la grafica gradevole però non bastano a giustificare il prezzo.

Guida ai Voti

Daniele Citerio
Lo zio "citte", avete presente quello zio strano che fa cose strane in posti strani? Arrampica pareti di roccia su alte montagne, scala le cascate di ghiaccio, fa yoga in mezzo alla spiaggia e poi, ve lo trovate in salotto attaccato alla play a giocare senza manco considerarvi? Ecco, sono io!