Tra gli ospiti di spicco di questa edizione della Milan Games Week 2018 bisogna sicuramente menzionare Erik Oleson e Charlie Cox, rispettivamente showrunner e attore protagonista della serie Marvel’s Daredevil. PlayStationBit ha partecipato all’evento a porte chiuse organizzato da Netflix, per presentare la terza stagione della serie, in cui Oleson e Cox hanno parlato dello show mostrando diverse scene inedite e rispondendo alle numerose domande della stampa.

Non temere l’oscurità. Falla tua.

La conferenza era dedicata a presentare la nuova stagione di Daredevil, per cui sia Oleson che Cox hanno parlato sopratutto delle novità e di quello che c’è da aspettarsi dalle nuove puntate della serie. Dalle clip inedite che abbiamo visto e dalle parole dei due, è chiaro come Daredevil voglia proporre qualcosa di profondo a livello emotivo ma anche spettacolare e coinvolgente nei combattimenti e nelle fasi d’azione. Il Diavolo di Hell’s Kitchen sarà il protagonista, ma anche gli altri personaggi avranno grande rilevanza all’interno della trama, rivelandosi tutt’altro che secondari. Dai volti già noti, come il Kingpin, impersonato da Vincent D’Onofrio, ritornato in circolazione con l’obiettivo di distruggere Daredevil, Karen Page e Foggy Nelson, grandi amici e alleati del protagonista, fino alla new entry Bullseye, interpretato da Wilson Bethel.

In questa stagione più che mai, Daredevil dovrà fare i conti con i suoi demoni, per confermare la sua nomea di uomo senza paura. Chi già segue lo show, insomma, può stare più che tranquillo e aspettarsi una stagione che potrebbe addirittura essere superiore alle precedenti.

Come si interpreta un supereroe?

Tante le domande fatte a Charlie Cox, che ha confessato di non aver mai letto un fumetto prima di interpretare Daredevil. L’attore ha recuperato terreno negli ultimi anni ed è rimasto stupito da come uno stesso personaggio può cambiare in base a chi lo scrive e disegna, prendendo spunto per la sua interpretazione dai suoi autori preferiti: Frank Miller e Brian Michael Bendis. Il suo intento è quello di trasmettere l’aspetto psicologico, ma anche la bravura in combattimento, nel quale si è detto migliorato rispetto all’inizio della serie. A parte questo, l’attore inglese si è detto dispiaciuto di non poter indossare il costume rosso, ma, guardando l’altra faccia della medaglia, ha ammesso di non disdegnare quello nero per la sua comodità.

Charlie Cox ha anche parlato delle differenze tra lui e Matt Murdock, spiegando che il suo lavoro lo porta spesso a interpretare ruoli in cui non si riconosce affatto. In questo caso si ritrova nella caparbietà e nella supponenza di Matt, ed è affascinato da come l’avvocato supereroe si faccia scivolare addosso i giudizi della gente, cosa che l’attore vorrebbe imparare.

Oleson invece, ha parlato soprattutto dei personaggi e di come gli sia stata concessa grande libertà creativa, in modo da dare allo show una sua impronta personale. La storia, pur prendendo vari spunti da fumetti come Born Again di Frank Miller e Guardian Devil, mantiene comunque la sua originalità ed è costruita in modo che la serie possa essere guardata anche da chi non ha mai letto i fumetti.

Chi è il vero nemico?

Per una trama di successo, è necessario avere degli antagonisti ben costruiti e, in questa stagione, Daredevil ne avrà addirittura due. Il primo è Kingpin, ancora più subdolo e rancoroso, sempre capace di ottenere ciò che vuole attraverso la paura. Per la sua caratterizzazione, Olesen ha spiegato di essersi ispirato molto al mondo moderno, ai tiranni narcisisti che non è raro trovare nell’epoca contemporanea. La paura sarà quindi uno dei temi portanti anche di questa stagione; ogni uomo ha paura di qualcosa e reagisce a questa in modi diversi ma, spesso, le paure sono anche l’arma che quei tiranni usano per dividere le persone e metterle l’una contro l’altra.

Su Bullseye non vogliamo svelarvi troppo invece, per non incappare in spoiler, ma da quello che abbiamo potuto vedere siamo sicuri che darà un valore aggiunto non indifferente alla stagione, mettendo a repentaglio la salute fisica e mentale di Daredevil (già profondamente segnata dagli eventi di The Defenders), pur essendo, almeno inizialmente, una pedina di Wilson Fisk. Più pericoloso Bullseye o Kingpin? Cox e Oleson non hanno dubbi sul secondo, perché i muscoli e la forza bruta non vincono contro una mente come quella di Fisk.

Ci vediamo il 19 ottobre

Segnate questa data sul calendario, perché dal 19 ottobre la terza stagione di Daredevil sarà disponibile per tutti gli abbonati a Netflix. Per vederla è consigliato recuperare prima le due stagioni precedenti e la serie The Defenders, che vede protagonisti Daredevil, Luke Cage, Jessica Jones e Iron Fist, per cui, se non lo avete già fatto, preparatevi a una full immersion nel mondo di Netflix per non farvi trovare impreparati.

1 COMMENTO

Comments are closed.