Ieri, grazie al materiale fornitoci dall’ufficio stampa, vi abbiamo presentato l’interessante VIEW Conference, evento dedicato al mondo dell’animazione digitale che farà di Torino la capitale mondiale di questo settore.

Oggi invece andremo a celebrare tutto quel popolo femminile che, grazie all’esperienza e competenza, arricchirà il parterre di professionisti del settore, contribuendo a rendere ogni meeting interessante e ricordandoci l’importanza del genere femminile in questi settori.

Con il tempo, infatti, le nuove tecnologie hanno permesso man mano di slegarsi dalla tradizione, permettendo a molte donne di staccarsi dal titolo di artista indipendente così da ricoprire ruoli sempre più importanti soprattutto nell’industria cinematografica. La loro bravura e professionalità è oggi celebrata e riconosciuta in tutto il mondo.

A VIEW Conference ritroveremo Kim White, responsabile della fotografia per l’illuminazione di tanti capolavori targati Pixar (tra cui il pluridecorato Inside Out) che dopo aver già incantato il pubblico l’anno scorso con la luce delle emozioni, questa volta ci trascinerà tra la polvere e il fango di Radiator Spring raccontandoci il suo lavoro nel terzo capitolo di Cars. Salirà poi sul palco anche Noelle Triaureau, production designer del secondo film in CG dedicato ai Puffi (sottotitolato “Viaggio nella foresta segreta”).

VIEW Conference sarà l’occasione per scoprire con la “scultrice della carta” Megan Brain la meraviglia degli origami viventi del film in stop-motion Kubo e la spada magica targato Laika (anch’esso conosciuto in anteprima nel 2016 a VIEW Conference).

Karen Dufilho Rosen ci racconterà i nuovi progetti per le Google Spotlight Stories, mentre Maureen Fan, CEO e co-fondatrice di Baobab Studios, giovane realtà già leader nel campo della realtà virtuale, proverà a dimostrare come dietro al concetto di storytelling immersivo si celino, ancora e comunque, anzitutto le emozioni. Di storytelling parleranno Vicky Dobbs Beck, executive della nuova realtà ILMxLAB, specializzata in “intrattenimento immersivo”, e Leslie Iwerks, nipote del grande Ubbe Eert detto Ub, la “mano che disegnò il Topo”, la quale da anni documenta l’innovazione tecnologica e la ricerca portate avanti e promosse dai grandi studios creativi, partendo ovviamente da Disney.

Detto questo, non resta che recarvi a Torino a partire dal prossimo 23 ottobre per prendere parte anche voi a questo interessantissimo evento.