Chi ha seguito la prima stagione di The Witcher targata Netflix sa che gli autori hanno voluto seguire più i romanzi di Andrzej Sapkwoski che i videogiochi, nonostante siano stati indubbiamente questi a rendere il franchise popolare a livello mondiale.

Ciò non significa che le otto puntate finora mostrate mancassero di alcuni riferimenti, che a quanto pare saranno di più e forse più palesi nei prossimi episodi. Lo ha affermato la showrunner Lauren Schmidt Hissrich in un’intervista a TV Guide, aprendo la chiacchierata rivelando: “Adoriamo i videogiochi”.

Parlando del materiale originale e della controparte videoludica, l’autrice promette una maggiore attenzione ai suoi fan: “Ovviamente quello che volevamo fare era tornare al materiale originale, e non fare un adattamento di un adattamento. Ma ciò non significa che non siamo noi stessi fan dei videogiochi o che non ci giochiamo, e sappiamo che gran parte del pubblico ha sentito parlare di The Witcher solo grazie al videogioco. Quindi vogliamo rendergli omaggio, il più spesso possibile. […] Quindi, se possiamo strizzare l’occhio e fare un cenno, ogni volta che possiamo lo faremo”.

Non ci resta che attendere maggiori dettagli sulla seconda stagione di The Witcher, le cui riprese sono state bloccate lo scorso marzo a causa del Covid-19, mentre erano già noti i nuovi membri del cast.