Il CEO di Electronic Arts, Andrew Wilson, in una lunga intervista rilasciata a GameDaily, ha riconosciuto che il lancio di Anthem è stato deludente sotto tutti i punti di vista, ma ha anche confermato che BioWare continuerà a supportare il titolo per molto tempo.

Wilson ha ammesso che l’obiettivo di BioWare, con questa nuova IP, era quello di unire due community ben differenti: gli amanti dei titoli single player con una forte narrativa e i fan dei loot shooter in stile Destiny. Fin dal suo esordio, però, Anthem è andato incontro a diverse problematiche e critiche che hanno demolito questa buona idea di base. Nonostante il continuo supporto, a distanza di mesi la situazione non si è ancora risollevata del tutto per via della cattiva reputazione che si è creata attorno a questo titolo.

“Abbiamo cercato di riunire due tipi di giocatori: coloro che sono legati ai contenuti tipici di BioWare e gli amanti dei titoli multiplayer. La promessa iniziale era fantastica ma non ha funzionato. Il CEO ha comunque rassicurato i fan sul futuro della software house, dopo le cocenti delusioni di Mass Effect: Andromeda e, per l’appunto, Anthem. “Gli utenti che ci hanno supportato in tutti questi anni torneranno ad affezionarsi al marchio. BioWare deve evolversi. Il team continuerà a lavorare giorno dopo giorno per portare avanti le promesse fatte ai giocatori. Penso che Anthem abbia un ciclo vitale di sette o dieci anni, la partenza non è stata quella voluta ma c’è tempo per creare qualcosa di straordinario. BioWare ha già dimostrato di poterlo fare”.

1 COMMENTO

Comments are closed.