Home ConsoleNews PS4The Sims celebra la libertà di espressione con la campagna Gioca con...

The Sims celebra la libertà di espressione con la campagna Gioca con la vita

Per venti anni, The Sims ha incoraggiato orgogliosamente i simmer a esprimersi in modi audaci e che cambiano il mondo, sia nel gioco che nella vita reale.

The Sims continua a celebrare tali principi attraverso infinite possibilità di gioco che consentono ai giocatori di trovare più modi di “giocare con la vita”. Dalle opzioni di rappresentazione di genere e dall’onorare diverse culture del mondo reale attraverso oggetti di gioco, fino a partecipare a divertenti sfide sui social media e condividere storie significative sulla vita e la scoperta di sé.

Nell’ambito della campagna Gioca con la vita, l’attrice e cantante Vanessa Hudgens ha collaborato con The Sims per mostrare ai fan come liberare creatività, gioia e amore in The Sims 4, gioco peraltro disponibile gratuitamente a febbraio per gli abbonati al servizio PlayStation Plus. Vanessa non ha mai avuto paura di correre rischi sullo schermo e al di fuori di esso, e porta lo stesso senso di avventura nel suo gioco.

Vanessa è anche affiancata da altre stelle internazionali, tra cui il britannico YouTuber e il cineasta Joe Sugg, il tedesco LGBT YouTuber e l’avvocato Melina Sophie, la cantante pop francese Bilal Hassani e l’attore polacco Adam Zdrójkowski per mostrare come giocano con la vita e le infinite, possibilità che i giocatori hanno per rendere la loro esperienza di gioco unica.

Ulteriori informazioni sulla campagna Gioca con la vita di The Sims e il sim di Vanessa Hudgens da scaricare sono disponibili sul sito ufficiale, dove è disponibile anche una sequenza temporale speciale che spiega in dettaglio come The Sims ha permesso ai giocatori di superare i limiti, prendere in considerazione nuove idee e sfidare lo status quo da sempre, fin dal suo lancio.

Articoli correlati

Stefano Bongiorno
Nato e cresciuto in cattività, il giovane Stefano è stato svezzato a latte in polvere e Nintendo, cosa che lo ha portato con gli anni a dover frequentare svariati osteopati a causa delle deformazioni alle mani causati dall'uso di pad rettangolari. Oggi ha una certa età e scrive per il Bit, non perché abbia una scelta, ma perché altrimenti il boss Dario lo fustiga con le copie invendute di Digimon All-Star Rumble. Nel tempo libero si dedica occasionalmente al suo lavoro di commesso di telefonia e soprattutto alla caccia al Platino, con scarsi risultati.