Nel mese di aprile Sony, nella persona di Mark Cerny, ha reso note le specifiche tecniche di PlayStation 5. Tra le caratteristiche figurava la compatibilità tra la prossima console e l’attuale PlayStation VR e ora il colosso nipponico ha dato nuove informazioni riguardanti il futuro della sua realtà virtuale.

Nello specifico Domic Mallinson, PlayStation global head of R&D, ha discusso dell’evoluzione del loro visore in un’intervista al portale CNET. Sulla possibilità di lanciare un PlayStation VR 2 nel prossimo futuro egli non ha dubbi: “Non c’è motivo per noi di farlo coincidere con una nuova console. Dal punto di vista del consumatore, essere bombardato da molte, molte cose – devi comprare questo, devi comprare quello – è un messaggio che non vogliamo lanciare. In un certo senso, è positivo avere un po’ di respiro tra queste cose”.

Gli amanti di queste modalità di gioco non devono temere, dal momento che comunque l’azienda sta già pensando a come migliorare l’attuale dispositivo. “Vogliamo che sia più leggero e più facile da indossare, con meno cavi e meno pasticci” ha affermato Mallinson. In questo senso, un’opzione potrebbe essere quella di un PlayStation VR wireless, tuttavia ciò implicherebbe dei costi superiori. Il portavoce di Sony sembra inoltre guardare con interesse alle tecnologie legate all’eye tracking. Si è parlato infine di PlayStation Move, un sistema di controllo che “[…] in futuro ovviamente sostituiremo” conclude Mallinson.