Home ConsoleNews PS4Sony potrebbe punire o ricompensare il comportamento nei giochi online

Sony potrebbe punire o ricompensare il comportamento nei giochi online

Un nuovo brevetto suggerisce che Sony Interactive Entertainment sta valutando come combattere la tossicità nei giochi online. L’azienda ha brevettato un sistema per punire e premiare il comportamento dei giocatori online.

Recentemente, un gruppo di politici statunitensi ha scritto una lettera a Sony, Microsoft e a numerose altre società di videogiochi. L’obbiettivo è esortarle a combattere le molestie e l’estremismo nei giochi online. Si tratta di un argomento molto dibattuto da diversi anni, in quanto i produttori di videogiochi hanno utilizzato vari metodi per combattere i comportamenti negativi, ma con successo variabile.

Come rilevato da ResetEra, il brevetto in questione è stato depositato nel settembre 2022 e pubblicato la scorsa settimana. Descrive “un metodo di verifica del comportamento associato al gioco“.

Il metodo include anche l’analisi, da parte di un modello d’intelligenza artificiale, del comportamento del primo giocatore per determinare se il comportamento è abusivo“, si legge nel brevetto. “L’operazione di analizzare se il comportamento del primo giocatore è abusivo viene eseguita per determinare se la caratterizzazione del primo giocatore è accurata“.

È interessante notare che nel brevetto Sony cita Fortnite come esempio di gioco online con giocatori abusivi. Il suo sviluppatore, Epic Games, è una delle aziende che i legislatori hanno esortato ad affrontare il problema della tossicità.

Articoli correlati

Andrea Pasqualin
Classe '90, nato e cresciuto tra benzina e gasolio, è il classico "petrolhead". Si è umilmente autoproclamato "Re dell'Universo Racing presso PlayStationBit". Appassionato di tutto quello che corre e vola, sta vivendo il suo sogno scrivendo di videogiochi e pensandoci dalla mattina alla sera. Nei momenti liberi guida la sua moto supersportiva e si diverte a spaventare le vecchiette ai semafori.